(+39) 080.4780349 (tel)
(+39) 080.4786928 (tel/fax)
Lun. - Ven. 8:30 - 13:30 / 15:30 - 18:30

Risparmiare senza inquinare

3 dicembre 2018

Impianto Fotovoltaico:Differenza tra Diodo di Blocco e Diodo di By-pass

In questi giorni ci è pervenuta la seguente domanda da un cliente:

I Pannelli solari fotovoltaici che ho acquistato sono dotati di diodi di By-pass? Chiedo questa informazioni perchè li dovrei collegare in parallelo.

La sopracitata domanda ci fa capire che c'è un pò di confusione tra diodo di blocco e diodo di by-pass in un impianto solare fotovoltaico che ci ha spinto a scrivere questo breve articolo.

Che differenza c'è tra diodo di by-pass e diodo di blocco o di stringa? Vediamo le differenza...

Il diodo di by-pass è un diodo che viene installato all'interno della cassetta di giunzione presente nel retro del pannello solare fotovoltaico.  La sua funzione è quella di far fluire la corrente prodotta dai pannelli solari collegati in serie quando, uno o più di questi pannelli sono ombreggiati, garantendo la producibilità elettrica dell'impianto fotovoltaico.

Qui di seguito è presente un immagine chiara di come funzione il diodo di by-pass. L'immagine mostra un collegamento in serie di 3 pannelli solari con i loro rispettivi diodi di by-pass che, per semplicità, sono stati disegnati in parallelo ad ogni singolo pannello solare. Ipotizziamo che il pannello solare centrale è ombreggiato, si nota che la corrente (freccia rossa) prodotta da altri pannelli della stessa stringa, supera il pannello ombreggiato, tramite il diodo di by-pass garantendo la producibilità della stringa e quindi dell'impianto fotovoltaico anche se con rendimenti più bassi dovuto dalla mancata produzione del pannello ombreggiato.


Per quanto riguarda il Diodo di Blocco o di Stringa ha un utilità ben diversa rispetto al diodo di by-pass che è quello di impedire che la stringa "debole" venga coinvolta dalla così detta corrente inversa.

Cosa è la corrente inversa?

La corrente inversa è la corrente che attraverserebbe la stringa "debole" soggetta a guasti come: moduli in cortocircuito o guasto del doppio isolamento, che ne ha determinato una tensione a circuito aperto (Voc) inferiore rispetto alla tensione Voc delle altre stringhe integre collegate in parallelo.  Quindi questa corrente viene prodotta dalle stringhe correttamente funzionanti e si dirige verso la stringa più debole.

Quindi per bloccare questa corrente inversa è necessario l'utilizzo di diodi di blocco da porre su ogni singola stringa, qui di seguito è mostrato un immagine su dove inserire i diodi di blocco.


In caso in cui la corrente inversa superi 2 volte la Isc (corrente di cortocircuito) della stringa si consiglia di utilizzare anche dei fusibili per ogni stringa.
  
Lascia un Commento