(+39) 080.4780349 (tel)
(+39) 080.4786928 (tel/fax)
Lun. - Ven. 8:30 - 13:30 / 15:30 - 18:30

Risparmiare senza inquinare

26 febbraio 2018

Onda Pura vs Onda Modificata. Cosa scegliere quando si acquista un Inverter.

L’inverter è un dispositivo che trasforma una corrente continua in corrente alternata.Ci sono parecchi inverter a basso costo che, nell’ordine dei 10-20€ che “trasformano” la tensione a 12V in tensione alternata a 220 V, per poter alimentare dispositivi elettronici di bassa potenza, un esempio sono gli inverter che si utilizzano in camper o in auto. Sostanzialmente l’inverter eleva in primis la tensione da 12Volt a una tensione di circa 300Volt, dove come secondo passaggio invece, negli inverter più semplici e di solito più economici, “ad onda sinusoidale modificata” , questa tensione di 300V viene semplicemente modulata da due segnali digitali, uno che controlla la polarità e uno la presenza o meno della tensione in uscita. Il risultato è che in uscita si ha qualcosa che è più simile ad un onda quadra che a una sinusoide.Negli inverter invece ad Onda Pura il secondo passaggio è più complesso, la tensione di 300 volt del primo stadio viene modulata ad impulsi (PWM) ad una frequenza molto alta e poi filtrata, il risultato è che in uscita si ha una tensione sinusoidale la cui qualità spesso è superiore a quella di rete elettrica che comunemente utilizziamo.OK Ma perché acquistare un Onda Pura invece che un Onda Modificata?Dobbiamo subito dire che qualsiasi tipo di motore, è fatto per lavorare con una tensione sinusoidale, alimentarlo con un onda quadra li danneggia, per cui se dobbiamo alimentare un qualcosa che ha un motore ( trapano, frigorifero, mola, etc) ci occorre un Onda Pura. Parecchi altri dispositivi potrebbero avere problemi se venissero alimentati con un onda non Pura, esempio impianti HI-FI, lampade con “dimmer”, dispositivi che usano dei trasformatori nello stadio d’alimentazione, il televisore e tanti altri apparecchi. Quello che comunemente si può notare in dispositivi audio è un ronzio dovuto alle armoniche dell’onda quadra d’ingresso cosi come nelle tv dei disturbi sulla qualità del segnale.  Quindi per cosa possiamo acquistare un inverter ad Onda Modificata?In teoria tutto quello che ha uno stadio d’ingresso switching dovrebbe poter essere alimentato con un modified sine wave, ( computer, caricabatterie, etc), però c’è da dire che questi dispositivi sono progettati per funzionare con una tensione sinusoidale e con questa testati. Alimentarli con qualcosa che non è sinusoidale, a meno che non sia esplicitamente scritto nel manuale d’istruzioni secondo me non è una buona idea e potrebbe comunque alla lunga danneggiarli. Personalmente con un “modified sine wave” ci alimenterei solo delle lampadine ad incandescenza !  OK Ma perché acquistare un Onda Modificata invece che un Onda Pura?Sicuramente per il prezzo, a parità di potenza i primi costano una frazione di quello che costano i secondi. Il mio consiglio è quello di optare sempre possibilmente per un onda pura, è vero che costa di più ma quando ci colleghiamo qualcosa siamo certi che la stiamo alimentando come da specifiche. Per quanto riguarda la potenza, quest’ultima va scelta in base a cosa dobbiamo alimentare, per carichi induttivi quali motori serve avere una potenza anche 5 volte superiore alla nominale per l’assorbimento di spunto, pena la mancata partenza del motore e il blocco dell’inverter. Ad ogni modo è buona cosa non far funzionare l’inverter al 100% della sua potenza nominale, se dovete alimentare una TV che consuma 150W, prendetene almeno uno da 300W, naturalmente ad onda sinusoidale pura.
Grazie a Fabrizio Zellini per la fonte dell'articolo.

2 pensieri su “Onda Pura vs Onda Modificata. Cosa scegliere quando si acquista un Inverter.”

  • sergio

    Quanto consuma un inverter da 150 o da 300 watt?
    Grazie

    Replica
    • Energiasolare100
      Energiasolare100 5 marzo 2018 alle 19:02

      Il consumo dipende sempre da che carico collegha all'invertert, bisogna anche precisare a che tensione l'inverter lavora. Supponendo che lavori a 12volt ha un consumo massimo di 25A. Per chiarimenti più precisi non esiti a contattarci

      Replica
Lascia un Commento